Cavalieri dello Zodiaco
Evoluzione

I Cavalieri dello Zodiaco, la guerra galattica è iniziata

Ciao a tutti! Scusate, ma non sto più nella pelle. Non potete nemmeno immaginare che cosa sia successo qualche giorno fa a tavola. Il titolo forse può darvi un piccolo aiuto … L’altra sera a tavola ho parlato per la prima volta dei Cavalieri dello Zodiaco a Isabella!!!

In realtà lo avevo già fatto, ma con pochi e scarsi risultati dovuti alla sua attenzione, come dire, in stile farfalla. Ma da quando abbiamo inserito il momento storia per tenere alta la concentrazione mentre fa la pappa, finalmente sono riuscito a iniziarla alla Guerra Galattica.

Per i pochissimi alla lettura che non conoscono le gesta di questi cinque ragazzi e la storia delle loro armature, lascio un video qui sotto, Per tutti gli altri, beh, riguardatelo perché merita sempre.

Ad ogni modo, le ho introdotto i personaggi fondamentali e parlato accuratamente delle Sacre Armature. Lei mi ascoltava, ripetendo i nomi dei cavalieri Pegasus, Sirio, Andromeda, Crystal e Phoenix. Le ho anche parlato dei colpi del Cavaliere del Cigno, Crystal per chi non lo sapesse; e le ho insegnato la mossa segreta del Sacro Acquarius, mimandole gli ultimi suoi movimenti prima di sferrare il colpo.

https://www.youtube.com/watch?v=IDwk7qqHEjw
Il Sacro Acquarius

Ero felicissimo. Per me e la mia generazione i Cavalieri dello Zodiaco sono stati un punto fermo della nostra infanzia. E vederla così attenta nell’ascoltare parte della mia storia, mi ha fatto sentire bene.

I Cavalieri dello Zodiaco, non solo un cartone animato

Ieri pomeriggio, tornato da lavoro, mi sono messo a giocare con lei. Eravamo seduti attorno alla torre montessoriana intenti a colorare con l’ultimo giocattolo Djeco, quando dal nulla si è alzata. Mi ha guardato dritto negli occhi e, con dovizia di particolari e stando attenta a non commettere errori, ha eseguito il colpo del Sacro Acquarius!!! Non sapevo che fare. Ero sbalordito per quello che le avevo appena visto fare. Mi sono alzato anche io e lo abbiamo ripetuto più volte insieme.

Il fine di un genitore è insegnare ed educare alla vita la propria figlia. Per il più delle volte richiede fatica e molta, molta ma molta pazienza. Dormire da sola, mangiare correttamente senza devastare con il sugo la tovaglia, usare il vasino, per esempio, sono solo alcune delle epopee a cui siamo sottoposti. Traguardi importantissimi per lei e soddisfazioni per noi. Ci sono poi gli insegnamenti, passatemi il termine, frivoli, ma che in realtà vanno a comporre il bagaglio culturale della piccola di casa. E, forse, a conti fatti, sono i migliori che le si possono impartire.

Continuate a seguire le nostre ordinarie avventure sui profili social. Se ancora non lo fate, li troverete tutti linkati nelle icone dopo i saluti.

Per oggi è tutto. A presto!

Padre di Isabella, autore di libri noir e appassionato di orologi a pendolo.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *