Ettore e i treni
Gioco,  La nostra libreria

Il trenino, giocare e leggere con vagoni e locomotive

Ciao a tutti! Ci sono giochi che rimangono nell’immaginario anche quando cresci. Poi, torni bambino quando diventi papà e, se il destino vuole, ti ritrovi a giocarci insieme a tua figlia. A me è capitato con il trenino!

Ettore e i treni, un libro LOmbrellomatto
Ettore e i treni

Avevo comprato una piccola pista in legno qualche tempo fa, Isabella ci aveva giocato, ma, come spesso capita, l’attenzione su quel giocattolo è andata a scemare. Complice la lettura del libro ETTORE E I TRENI edito da Lombrellomatto (vi lascio anche la pagina Facebook e Instagram per saperne di più), ne ho approfittato per togliere la polvere dal trenino e giocarci nuovamente.

Ettore e il suo trenino

ETTORE E I TRENI è la storia di Ettore, un bambino appassionato di treni, che ogni giorno si reca alla stazione del suo paese per vedere sfrecciare vagoni e locomotive. Un giorno si accorge che i treni parlano, grazie alle parole delle persone che fuoriescono dai vagoni attraverso i finestrini abbassati.

Visualizza questo post su Instagram

Ho letto “Ettore e i treni”, edito da @lombrellomatto alla piccola di casa. L’abbiamo fatto mentre giocavamo con il trenino in legno. Racconta di un bimbo, Ettore, che adora i treni e, ascoltando le parole dei passeggeri provenire dai finestrini delle carrozze in corsa, viaggia con la fantasia in mondi lontani. Come finisce, lo scoprirete voi leggendolo. A noi è piaciuto e ve ne parlerò meglio nel prossimo articolo del blog. Ah, dimenticavo … è uscito un nuovo post e, per gli amici di Instagram, il link nella bio. . . . . #letture #lettureperbambini #lombrellomatto #libriconsigliati #libribelli #papainfasce #leggere #treni #bambini #papaefiglia #vitadapapà

Un post condiviso da Roberto Monti – Papà in Fasce (@bob_monti) in data:

Il nostro eroe le segna su di un libro e poi … Beh, non voglio svelarvi il finale. Posso però dirvi che le illustrazioni di Laura Giglio sono molto belle e accompagnano nella lettura della storia di Lara Carbonara. Il libro è stato realizzato con uno stile di scrittura ad alta leggibilità e consigliato per i 4 anni. Una piacevole conferma della precedente lettura di Camilla combina guai. Vi lascio il banner per acquistarlo su Amazon, se non avete modo di recuperarlo in libreria.

Il trenino fa di una camera una vera e propria stazione

Tornando al gioco del trenino con Isabella, la sua stanza si è trasformata in una stazione dove tutti i suoi giocattoli hanno trovato uno spazio in cui muoversi e creare storie sempre nuove. Adoro giocare e creare intrecci con Isabella. Noto sempre più che la sua attitudine nell’inventare storie aumenta con i giorni. Ogni tanto la sentiamo cambiare voce in base ai personaggi con cui si interfaccia e nelle diverse situazioni in cui si cala.

Unire varie tipologie di giocattoli per creare mondi nuovi e fantastici
Per la stazione?

Questo processo di crescita mi piace un sacco. Cerchiamo di farla giocare da sola, intervenendo soltanto quando ci chiama lei oppure quando proprio la nostra voglia di giocare è incontrollabile!

Per oggi è tutto. Seguiteci sui nostri canali social che troverete nelle icone qui sotto. A presto!

Padre di Isabella, autore di libri noir e appassionato di orologi a pendolo.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *