Una bicicletta e via!
Esperienze,  Gioco,  Paposità

La bicicletta, a zonzo con il caschetto su due ruote

Ciao a tutti! In questo week end sono successe un sacco di cose! Mia moglie ed io ci siamo concessi una cena fuori in versione moglie e marito. Mentre Isabella ha fatto il suo primo giro in bicicletta.

Era da un po’ di tempo che volevamo farle assaggiare il brivido della velocità a due ruote, ma non abbiamo mai avuto l’occasione. Complice il Coronavirus e tutte le scorie che si è portato dietro, abbiamo infatti sempre ritardato. Ma sabato pomeriggio, finalmente, Isabella ha testato la bicicletta.

Attenta e curiosa sin dai primi istanti, ci ha osservati montare il seggiolino. Una volta fissato, ha voluto controllare di persona che fosse affrancato al meglio al portapacchi della bicicletta di mia moglie. Ottenuto il suo ok, la piccola di casa è stata fatta accomodare, senza mai cambiare la sua espressione di bimba attenta ai fatti.

Temevamo che farle indossare il casco sarebbe stata un’impresa ardua. Invece, il fatto che il caschetto sia simile a quello della piccola Sky, una dei Paw Patrol, Isabella lo ha messo senza problemi. Il problema è stato invece farglielo togliere, ma questa è un’altra storia.

Il primo giro in bicicletta è stato fatto con alla guida mia moglie. Se Veronica era emozionata e prudente alla guida, Isabella cercava di capire se quella sua nuova esperienza potesse piacerle. La risposta è stata affermativa: “La bici è una figata!” (almeno mi piace pensare che abbia detto questa frase).

Una volta venuto il mio turno, ero gasatissimo. Abbiamo scaldato i motori in stile Vale Rossi al Mugello e poi siamo partiti. Prima il giro della palazzina e poi, via fuori dal cancello per le strade del Borgo.

Una bicicletta e via!

Il resoconto del primo giro in bicicletta

Credevo che avrei avuto qualche difficoltà di equilibrio, un po’ perché era veramente tanto tempo che non andavo in bicicletta e un po’ perché il peso della piccola temevo mi sbilanciasse. E invece, nessun problema. Mi è venuta in aiuto la reminiscenza di quando portavo sul portapacchi della mia piccola ma robusta Graziella i miei amici. Anche in questa occasione la mia esperienza da giovine (se vuoi scoprire in quale altra volta mi è venuta in soccorso clicca qui) è stata trasferita e d’aiuto in questa ricerca della Paposità.

Ora devo soltanto comprare una bicicletta per me e il carrettino per la nostra cagnolona Luce. Fatto questo, potremmo finalmente andare a zonzo in bicicletta per tutta la provincia. Ma che dico provincia, per tutta la regione. Ma che dico regione, per tutta l’Italia! Forse ho esagerato un po’ … che dite?

Per oggi è tutto. A presto!

Padre di Isabella, autore di libri noir e appassionato di orologi a pendolo.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *