Che buona sta pizza
Esperienze,  Metodi educativi

Pizzeria Casa Monti, quando una passione è di famiglia

Ciao a tutti! Vi piace la pizza? No!?!?! Ma da che pianeta venite??? Io l’adoro e anche mia figlia non è da meno. Vista la sua passione per il cucinare (Leggi anche In cucina con Isabella, pappa a tutte le ore), l’altra sera abbiamo aperto insieme la Pizzeria Casa Monti. Ci siamo messi al banco da lavoro della cucina e ci siamo fatti la prima pizza preparata insieme.

In piedi sulla sua inseparabile torre Montessoriana, Isabella mi ha accompagnato e aiutato in tutti quelli che sono i passaggi del preparare una pizza. Abbiamo impastato insieme la farina con acqua e olio e allargato l’impasto sulla teglia. Il passaggio successivo è stato quello di …

Beh, ma pensandoci bene, abbiamo fatto un video di questa nostra esperienza. Buona visione!

Avete visto come ci siamo divertiti?

Isabella era super attenta a quello che stava facendo. Seguiva tutte le fasi e, con precisione e minuzia, posizionava la mozzarella e gli altri formaggi sulla pizza, dopo aver spalmato per benino la passata di pomodoro.

Il fatto che mi ha sconvolto di più è che non ha mangiato nulla. In fin dei conti aveva lì a portata di mano mozzarella, emmental e gorgonzola. Invece, niente. Beh, in realtà ha assaggiato qualcosa … un minuscolo pezzettino dell’impasto, ma prontamente gliel’ho tolto dalla bocca.

La Pizzeria Casa Monti ha infornato e cotto la pizza per poi consumarla fra le risate attorno al tavolo della cucina. Di quei momenti però, non abbiamo nemmeno uno scatto e tanto meno un video. Come regola abbiamo che non si porta il cellulare a tavola.

Quindi fidatevi di me quando vi dico che l’abbiamo letteralmente divorata. Anche a mia moglie è piaciuta molto. D’altronde in questi tempi in cui non si può uscire per il Coronavirus, bisogna arrangiarsi e per la pizza si fa questo ed altro.

Continuate a seguire le nostre ordinarie avventure sulla pagina Facebook, sul profilo Twitter e sul mio account personale di Instagram.

Per oggi è tutto. A presto!

Padre di Isabella, autore di libri noir e appassionato di orologi a pendolo.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *