classifica

I disastri, una nuova personalissima classifica

Ciao a tutti! Ho deciso di stilare la classifica dei cinque disastri commessi da Isabella nell’ultimo periodo. È stata dura, ma ci sono riuscito.

Pronti? Via!

Al quinto posto: il telecomando nella lavatrice. Ci è mancato poco che lo lavassimo insieme ai suoi vestitini. Pericolo scampato!

In quarta posizione troviamo il biberon rovesciato sul divano. Isabella ha scoperto che se si schiaccia la tettarella del biberon contro una superficie, il liquido contenuto al suo interno fuoriesce. Bene, lo ha fatto sul divano … il biberon era pieno … io l’ho asciugato con il phon di mia moglie (anche perché io non ne possiedo uno essendo pelato).

Saliamo sul podio

Sul gradino più basso del podio troviamo la cassettiera dipinta. Isabella ha ricevuto in regalo dalla mamma una scatola di pennarelli Crayola con il quale colorare fogli e album da disegno. Naturalmente la cassettiera bianca è molto più interessante da dipingere … quanto sono orgoglioso di lei!

Per un pelo non sale sul gradino più alto, ma si piazza secondo in questa classifica dei disastri, la libreria svuotata. Indecisa su quale libro leggere, la piccola di casa Monti ha pensato bene di passare in rassegna tutti i tomi sparpagliandoli per il pavimento. Alla fine ha scelto di leggere un trattato sulla Bioetica e Dio.

Ma … rullo di tamburi … a vincere questa classifica dei cinque disastri dell’ultimo periodo non poteva essere che il piatto rovesciato!

Direte voi che un piatto rovesciato è all’ordine del giorno in qualunque casa con un bimbo piccolo e non posso che darvi ragione. Ma in questo caso, dopo che io ho riposizionato il piatto fatto cadere con prosciutto e zucchine e mentre stavo raccogliendo la prima metà del contenuto rovesciato sul pavimento, Isabella ha deciso di afferrarlo nuovamente e appoggiarlo sulla mia schiena. Naturalmente dalla parte della pietanza.

A onor di cronaca, un po’ mi sono indispettito, ma ad accogliere la mia faccia una volta rialzato c’era il volto di mia figlia che si sbellicava dal ridere. Mi sono limitato quindi a ridere con lei. Era troppo buffa.

Continuate a seguire le nostre ordinarie avventure sulla pagina facebook!

Per oggi è tutto. A presto!

Padre di Isabella, autore di libri noir e appassionato di orologi a pendolo.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *