classifica,  Paposità

Festeggiamenti e buoni propositi per il 2019!!!

Ciao a tutti! Come avete trascorso la fine del 2018 e l’inizio del 2019? Per noi sono stati festeggiamenti e buoni propositi nuovi.

Il primo capodanno da genitori lo abbiamo trascorso nel caldo del nostro focolare, comodamente coricati sul divano e facendo zapping da un canale all’altro.

Abbiamo cenato con una mega insolatona greca e pasteggiato con un buon Barbera.

Beh, a essere sincero, ci siamo pure abbioccati e risvegliati quando mancava un quarto d’ora a mezzanotte. Giusto in tempo per dare l’ultimo biberon del 2018 a Isabella che se la dormiva nel suo lettino; tenere tranquilla Luce spaventata dai mille botti sparati in quartiere e, nel silenzio più assoluto, stappare una bottiglia di spumante in bagno per brindare al nuovo anno. Sono seguiti il classico trenino e i balli da discoteca e classici italiani, naturalmente in stile ninja senza far rumore per non svegliare la nostra piccola.

La Coniglietta Betta si è sgolata una mezza boccia di vino tutta da sola.

Un capodanno con i suoi festeggiamenti sicuramente diverso da tutti gli altri, ma davvero divertente e pazzerello. Ora, all’età di 35 anni, ho finalmente capito che cosa significhi bere responsabilmente.

I buoni propositi

Il 2019 è iniziato ed è ora dei buoni propositi che cercherò in tutti i modi di rispettare.

1: prometto che non farò lo sgambetto a Isabella quando imparerà a camminare.

2: userò il sederino di mia figlia per tracciare la sua prima pista di biglie sulla spiaggia questa estate.

3: inventerò sempre nuove facce buffe per farla ridere.

4: prometto di continuare a far vivere la mia famiglia nella serenità anche se ci saranno tempi difficili.

5: mi impegno a rispettare i primi quattro punti di questi buoni propositi.

Ora mi rimangono solo 364 giorni per rispettare questi pochi, ma essenziali punti.

Ci riuscirò? Beh, continuate a seguirci e lo scopriremo insieme.

Ci vediamo sulla pagina facebook e su Instagram!

Per oggi è tutto. Buon anno a voi e ai vostri cari!

Padre di Isabella, autore di libri noir e appassionato di orologi a pendolo.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *