Esperienze

La lunga e tumultuosa giornata del vaccino

Ciao a tutti! Venerdì abbiamo vaccinato Isabella. Per la precisione è stato il terzo vaccino e, cosa mai accaduta con i precedenti due, abbiamo affrontato una lunga e tumultuosa giornata.

Ma andiamo con ordine.

Venerdì mattina il clima era piovoso. Isabella, Veronica ed io l’abbiamo trascorsa giocando con la palestrina consapevoli, almeno mia moglie ed io, di che cosa sarebbe successo poco dopo la pappa delle 11.

Pappa, ingiubbottamento con sclero annesso (Isabella si inalbera sempre in questo momento) e via verso la terza puntura di vaccino.

Colta di sorpresa, ma ormai esperta, Isabella ha fatto solo un breve pianto di dolore per poi tornare al suo consueto essere tranquilla.

Tornati a casa, la nostra piccola è caduta in un sonno profondo fino all’ora della pappa delle 15.

Fu a quel cambio di pannolino che avvenne lo scacarazzamento più scacarazzoso che avessimo mai visto. Il pannolino non aveva retto all’urto e aveva fatto esondare cacca per tutto il corpo di Isabella. C’era talmente tanta cacca che gocciolava persino dal fasciatoio. Vi lascio immaginare l’odore e lo sguardo di amorevole disgusto.

Il pomeriggio è continuato con la nonna Angela e il nonno Dino che si sono destreggiati tra un pannolino sporco e un frigno di tanto in tanto. Isabella aveva accusato il colpo di questa puntura, il vaccino aveva cambiato l’umore e l’equilibrio fisico di  nostra figlia.

Tornato a casa da lavoro …

La tensione e il nervosismo di Isabella toccarono l’apice dopo il biberon delle 19. Man mano che si avvicinava l’ora della nanna, lei piangeva sempre più disperata e la gambotta punta in mattinata cominciava a farle male.

Ormai entrambi a casa, mia moglie ed io abbiamo deciso che era arrivato il momento di sfoderare l’arma segreta: la supposta di Tachipirina. Gliela abbiamo messa senza che Isabella facesse storie di nessun tipo. E dopo averla stretta forte a sé, Veronica ha deciso di addormentarsi  eccezionalmente insieme a lei nel lettone.

Inutile dirvi e ribadirvi l’importanza delle vaccinazioni nonostante i piccoli problemini che possono causare, inondazioni di cacca comprese.

Continuate a seguire le nostre ordinarie avventure sulla pagina facebook.

Per oggi è tutto. A presto!

Padre di Isabella, autore di libri noir e appassionato di orologi a pendolo.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *