classifica

I consigli per il neonato, quelli dati a voi

Ciao a tutti! Qualche giorno fa ho chiesto sulla pagina facebook quali siano stati i consigli più strampalati e ovvi per i neonati che avete ricevuto. Ma prima di cominciare, vi devo ringraziare perché siete stati in molti a rispondere alla mia richiesta, chi con un commento al post e chi con una email.

Fra tutti quelli ricevuti, ho deciso di sceglierne 5 e di inserirli in questa mia personalissima classifica.

Pronti??? Via!

Al quinto posto si classifica il consiglio di non fumare in presenza di un neonato. Peccato, non vedevo l’ora di fumarmi un toscano in compagnia di mia figlia!

Al quarto posto, per addormentare un poppante bisogna ricreare un’ambiente rilassato e poco, ma poco illuminato. Dannazione, avevo già programmato una serata al Number One in sala hardcore con mia moglie e Isabella.

Saliamo sul podio

Al terzo posto, senza ombra di dubbio, uno dei consigli più gettonati è non prenderla troppo in braccio altrimenti si vizia. Giuro, io non l’ho mai presa e mai la prenderò in braccio per non rischiare che si affezioni a me.

Al secondo posto, meglio se non uscite nelle ore più calde della giornate. E io che volevo per Isabella un’abbronzutara perfetta.

Al primo posto dei consigli più strampalati di tutti i tempi: Veronica è meglio se non mangia gelato nella mezzora prima di allattarla, altrimenti, il latte che mangerà Isabella sarà troppo freddo. Oh, per non correre il rischio, Veronica ha tolto dalla sua dieta il gelato per il freddo e la minestra calda per non darle latte troppo bollente!

Insomma, dopo aver stilato questa classifica, ho capito che, proprio come nella vita, tutti hanno un consiglio da darti ottenuto dalla propria esperienza, ma che tutti vanno presi per quelli che sono: semplici consigli. E, diciamola tutta, si può seguirli o meno, l’importante è farlo sempre con buon senso.

Vi invito come sempre a seguire le mie giornaliere e ordinarie avventure sulla pagina facebook.

Per oggi è tutto. A presto!

Padre di Isabella, autore di libri noir e appassionato di orologi a pendolo.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *