Evoluzione,  Nanna,  Pappa

Colichetta serale, una missione Paposa

Ciao a tutti! Oggi voglio parlarvi della prima volta che Isabella ha avuto una colichetta.

Era una serata tranquilla quella che stavamo trascorrendo in casa nostra.

Isabella dormiva nella sua Next2Me (oggi è in super sconto su Amazon!!!). Veronica ed io avevamo appena terminato di cenare e ci eravamo coricati sul divano per goderci un po’di meritato riposo. Acciambellata con noi c’era Luce che, come al suo solito, disturbava la visione del film con il suo rumoroso russare.

Quando a un tratto … la sirena dell’allarme della centrale della Paposità è scattato.

Isabella era scoppiata in un pianto ben diverso dai classici cigolii di quando perde il ciuccio durante la notte.

Ecco allora che, come due fulmini, ci precipitiamo ai bordi del suo lettino e cominciamo a studiare la situazione.

Qualcosa non va come al solito

Il ciuccio non era; Isabella era ben coperta e al caldo nel suo SaccoNanna (Leggi l’articolo SE TI COPRO TU TI SCOPRI) e nessuno, almeno a una rapida indagine, le aveva rubato la pizza nei suoi sogni.

Ma ecco il segnale! Un movimento rapido delle sue gambettine fa intuire a Veronica quale fosse il problema. Era iniziata per noi la missione nome in codice Colichetta.

Non abbiamo perso nemmeno un secondo e, afferrata Isabella, l’abbiamo coricata sul mio quadricipite. Accarezzandole con una leggera pressione la schiena, la sua faccia tesa dal dolore si è lentamente rilassata.

Era arrivato il momento di dare il colpo di grazia alla colichetta e rimettere a nanna la nostra Isabella.

Mia moglie l’ha quindi velocemente abbracciata e cullata con la delicatezza e la forza che solo una mamma possiede e, in due minuti, Isabella era nuovamente nella sua culla a dormire tranquilla.

La colichetta era ormai diventata solo un ricordo lontano per Isabella.

A pericolo scampato, siamo tornati sul divano con la nostra cagnolona che non si era minimamente scomposta e che ancora russava.

Continuate a seguire le nostre ordinarie avventure sulla pagina facebook.

Per oggi è tutto. A presto!

Padre di Isabella, autore di libri noir e appassionato di orologi a pendolo.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *