Attendere,  Esperienze

La scala Isabella e la Brexit, coincidenze politiche sociali

Ciao a tutti! Oggi voglio parlarvi della scala Isabella e delle Brexit. Vi anticipo subito che sarà un articolo prettamente scientifico, ma cercherò di renderlo comprensibile e di facile lettura.

Parto con il dirvi che, proprio come i moti tellurici, anche i movimenti della nostra piccola possono essere registrati e catalogati in un’apposita scala che, prendendo il nome di nostra figlia, si chiama appunto Scala Isabella.

L’epicentro di questi moti sussultori è logicamente la pancia della mia povera Veronica, luogo adibito a contenere e a far crescere Isabella. I primi movimenti si sono avvertiti intorno al quinto mese di gravidanza e da quel momento in poi si sono fatti sempre più potenti e costanti. Zona di maggiore interesse è stata l’ultima costola fluttuante destra di mia moglie. L’urto costante di quella zona ha determinato il primo soprannome di mia figlia: Costolina.

Quando e come si manifestano è impossibile da determinare con precisione; diverso invece è il discorso della potenza con cui esse avvengono, facilmente calcolabile dalle smorfie di dolore sulla faccia di mia moglie.

La Scala Isabella con il passare del tempo ha infatti registrato picchi sempre più alti, talmente alti da causare danni irreversibili a Veronica, quali perdita di ore di sonno e tumefazioni interne.

La Scala Isabella

Con il termine Brexit, che prendono il nome dall’uscita dall’Europa dell’Inghilterra, invece si intendono le vere e proprie contrazioni. Queste si sono presentate soltanto nell’ultimissimo periodo, e che ci segnalano le prove generali verso il periodo del travaglio. Di questo fenomeno, ancora molto sconosciuto, posso citare soltanto un avvenimento che le accomuna ovvero il blocco fisico e mentale totale di mia moglie.

A differenza dei moti della Scala Isabella, le Brexit non sono ancora regolari e si manifestano nei momenti più disparati della giornata anche se, a pensarci bene, sono avvenute quasi sempre quando Veronica stava lavando i piatti. Sarà mica un segnale di Isabella che ci invita a comprare una lavastoviglie?

Chi lo sa …

Per l’angolo della scienza oggi è tutto. Ci vediamo la prossima volta. A presto!

Padre di Isabella, autore di libri noir e appassionato di orologi a pendolo.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *