Attendere,  Nanna

La grande insonnia, stanchezza e nervosismo

Ciao a tutti! Oggi voglio parlarvi di un altro evento che sta caratterizzando questo nono e ultimo mese di gravidanza: la Grande Insonnia.

Nell’articolo precedente intitolato IL GRANDE SONNO, vi avevo già parlato dei disturbi legati ai momenti di riposo di mia moglie. Beh, se nel grande sonno Veronica crollava a casaccio durante la giornata, ora che stiamo vivendo la Grande Insonnia, non dorme ormai da 4320 minuti (se ve lo state chiedendo, 4320 minuti sono 3 giorni).

Oltre alla mancanza di sonno, questa fase è caratterizzata da diminuzione dell’attenzione e, cosa da non sottovalutare, suscettibilità. Talvolta queste conseguenze avvengono in momenti differenti, ma, ed è pericolosissimo, anche contemporaneamente. Voglio portarvi un esempio, atto a farvi comprendere al meglio ciò di cui vi sto parlando.

Ieri sera ero appoggiato con le gambe incrociate al mobile della cucina, Veronica stava cucinando e intanto faceva la spola tra i fornelli e la camera da letto, passandomi tranquillamente davanti. Al suo sesto passaggio, è inciampata nei miei piedi, arrabbiandosi con me per essermi messo sulla sua traiettoria. Naturalmente mi sono scusato per essermi posizionato in quel posto e di essere rimasto immobile per circa una buona mezzora abbondante. Colpa mia, lo so. Che cosa devo dirvi … avrei dovuto mettermi sul divano.

La Grande Insonnia non fa sconti

La Grande Insonnia non dona avvertimenti alle sue vittime. No, la Grande Insonnia arriva e ti porta via sonno e sogni, lasciandoti a occhi spalancati per minuti che si fanno ore, che si fanno giorni.

Non è la prima volta che si accanisce contro mia moglie, ma mai con così tanta cattiveria. Durante i precedenti mesi siamo infatti riusciti a fronteggiarla con l’utilizzo di un super cuscinone che può essere sistemato a piacere dalle donne incinta e che, fra poco, potrà anche essere utilizzato durante il periodo dell’allattamento: il MERRYMAMA.

Vedremo che cosa accadrà questa notte. Speriamo possa Veronica sconfingere la Grande Insonnia e concedersi un po’ di riposo.

Per oggi è tutto. A presto!

Padre di Isabella, autore di libri noir e appassionato di orologi a pendolo.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *