Pappa

Alla conquista della pappa, il mio primo biberon

Ciao a tutti! Oggi, come promesso sulla pagina facebook, vi parlerò della conquista della pappa, ovvero, della prima volta in cui ho dato il biberon a Isabella.

Veronica ha fatto il suo ritorno a lavoro e quindi, inevitabilmente, non sarà a casa per alcune poppate. Per fortuna sono davvero poche, anche perché l’allattamento al seno è una fortuna che, purtroppo, non capita a tutte.

Comunque …

Erano le 18.45 di un giorno come tanti altri quando, la panciotta di Isabella ha cominciato a ricordarle che era arrivato il momento di ingurgitare più latte possibile per la notte.

Dopo averla presa in braccio, sono allora andato a recuperare dalla dispensa il nostro SCALDABIBERON della Chicco (questo modello è super pratico anche perché ha l’attacco accendisigari per la macchina) e l’ho attaccato alla presa, non prima di avergli infilato dentro il BIBERON riempito con 180 centilitri di acqua.

Sì, avete letto bene: Isabella è capace di mangiare 180 centilitri di latte. D’altronde è una bimba già di 5.550 kg per 63 cm. Se tanto mi da tanto, mi sa che un giorno la vedrò schiacciare in qualche campionato di pallavolo. Incrociamo le dita …

Time is up

La pazienza di Isabella cominciava a scarseggiare e i cigolii che uscivano dalla sua bocca era sempre più lunghi e meno intervallati. Oh, che cosa vi devo dire, mia figlia quando si lamenta, non so la vostra, ma prima di piangere, sembra che cigoli.

Evoluzione delle paposità: dalla bomboletta a spray al biberon

BIP BIP BIP dallo scaldabiberon! Ci siamo, l’acqua è calda. Dopo aver recuperato il latte in polvere dalla credenza, ne verso sei cucchiaini rasi nell’acqua con un attenzione scientifica che manco Walter White ce ne metteva. Tre agitate, chiusura ermetica della tettarella e taac: siamo pronti per la pappa.

Al lato pratico la conquista di dare per la prima volta il biberon a Isabella ha avuto gli stessi effetti che vi ho raccontato in Neonati in trattoria. Al lato emozionale invece mi ha avvicinato a mia figlia, facendomi diventare ancora più partecipe della sua crescita e, naturalmente, alzato di una tacca il mio livello di Paposità.

Continuate a seguire le mie ordinarie avventure su FACEBOOK.

Per oggi è tutto. A presto!

Padre di Isabella, autore di libri noir e appassionato di orologi a pendolo.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *